Piazza Battisti – Corato

Piazza Battisti – Corato

Committente:

Comune di Corato (Ba)

Descrizione:

i “passegiatoi” di Corso Mazzini, da Largo Plebiscito a Piazza Cesare Battisti, sono una strada-piazza deputata al passeggio serale cittadino e accolgono la quotidiana vita mondana e dello svago.

Il progetto di riqualificazione già iniziato anni addietro ha trovato compimento nell’intervento condotto sui tratti terminali e su alcune aree rimaste irrisolte: le due piazze, una destinata ad accogliere la banda cittadina, l’altra luogo deputato agli eventi religiosi e laici più importanti in quanto antistante il palazzo del Municipio e la chiesa della SS. Maria Incoronata, sono tra le più importanti e rappresentative.

L’intervento le ha valorizzate, rendendole uniche nel disegno urbano, nell’articolazione dei piani per permetterne un uso versatile e al contempo farne delle sicure isole pedonali dove un tempo era un caotico incrocio viario carrabile. In corso d’opera sono poi stati messi in luce e valorizzati i resti di strutture murarie al disotto del piano attuale di città a dimostrare un più antico livello di calpestio

Così, particolari sedute in monoblocchi con illuminazione LED a filo pavimento, unite a piastre di vetro costituiscono motivo di riposo e riflessione in un unico gesto compositivo.

Particolare attenzione è stata posta anche ai trattamenti superficiali della pavimentazione per realizzare percorsi LOGES per ipovedenti, perfettamente integrati con la restante pavimentazione, nel rispetto delle prescrizioni per la tutela dei luoghi storici. Importo complessivo intervento: € 1.200.000,00

Caratteristiche:

finanziato in seguito a selezione pubblica regionale con risorse comunitarie del PO FESR 2007-2013 – Asse VII – Azione 7.1 – Linea di intervento 7.1.1, si inquadra in un articolato Programma Integrato di Rigenerazione Urbana (PIRU) del nucleo antico cittadino e delle limitrofe aree pubbliche, teso a rigenerare gli spazi pubblici esistenti e eliminare i fattori di degrado di quelle aree ancora in stato di abbandono che incidono anche sugli immobili privati, lasciati in abbandono allo stato di rudere.

Curiosità:

il centro storico di Corato fu scelto come set cinematografico del film “Io speriamo che me la cavo” del 1992 diretto da Lina Wertmüller con Paolo Villaggio, come esempio di borgo meridionale degradato e caotico. Dopo una serie di interventi poco rimane dell’aspetto immortalato nel film, e con l’attuazione del PIRU, già in corso avanzato, il degrado rimarrà solo impresso nell’ormai storica pellicola.

Stato:

concluso nel 2013

FINEPRO S.r.l.
Via Nino Rota, 3
70011 Alberobello (BA)
t. +39 080 432 56 41