Casermetta via Mazzini – Ginosa

Casermetta via Mazzini – Ginosa

Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie – Recupero dell’immobile detto “Casermetta”

Committente:

Comune di Ginosa (Ta)

Descrizione:

Il progetto riguarda il recupero della cosiddetta “Casermetta” o “Casermetta francese”: si tratta di un complesso architettonico formato da due edifici storici costruiti dapprima con funzioni abitative nel XVII secolo e, successivamente, agli inizi dell’Ottocento sotto la dominazione francese, vennero riconvertiti alla funzione di caserma di cavalleria.

Il presente intervento di recupero è direttamente complementare a quello residenziale di nuova costruzione di alloggi di edilizia sovvenzionata, da realizzarsi nell’ambito del PIRP e nella medesima area di via Mazzini, destinato ad aumentare l’offerta di alloggi da riservarsi a particolari categorie sociali e che saranno realizzati in conformità a quanto già previsto nel progetto di riqualificazione di tale ambito.

Obiettivo principale dell’intervento è il recupero dell’immobile e la rimozione del degrado che risulta impattante per l’intero ambito, funzionale alla realizzazione di servizi alla residenza e alloggi sociali all’interno dell’immobile di via Mazzini.

Distributivamente, il progetto predilige un percorso principale di fruizione del piano terra che permetta di raggiungere l’affaccio verso valle e quindi le due torri circolari agli angoli nord-ovest e sud-ovest dell’edificio, potendo godere della vista panoramica sulla vallata.

Gli ambienti più ampi al piano terra saranno destinati agli spazi che necessitano di maggior capienza (sale riunioni e piccole conferenze), mentre quelli minori (lungo i percorsi che conducono alle torri) saranno adibiti a servizi igienici e piccole esposizioni, oltre che alla necessaria distribuzione tra gli ambienti principali. Gli ambienti al piano inferiore, avendo accessi direttamente dall’esterno, potrebbero essere potenzialmente autonomi dal piano superiore e, perciò, può essere realizzato un alloggio minimo, utile per la custodia dell’immobile e per fungere da alloggio sociale. In alternativa, questi ambienti potranno essere a disposizione di attività laboratoriali, a parità di opere a realizzarsi. La porzione restante del piano inferiore potrà ospitare una unità autonoma a servizio di attività associazionistiche e/o laboratori. Il locale al piano ammezzato, invece, sarà destinato a deposito e locale tecnico.

Gli interventi strutturali oggetto di progettazione hanno il fine di giungere all’obiettivo di miglioramento sismico e adeguamento statico. L’esecuzione degli interventi, infatti, riguarderà la struttura nella sua globalità scongiurando il verificarsi di meccanismi fragili di collasso. Gli interventi verranno progettati considerando materiali reversibili e che ben si sposano con l’architettura e la tipologia costruttiva soggetta a consolidamento strutturale.

Relativamente agli interventi di consolidamento statico, essi mirano a migliorare il comportamento delle strutture nei confronti dei carichi antropici e ad eliminare le presenti situazioni di degrado dei materiali.

Si prevede la sistemazione del lotto di pertinenza per una migliore fruibilità dell’immobile e un più agevole accesso al fabbricato, nonché per la connessione fisica e funzionale con gli edifici residenziali attigui. Le opere prevedono la realizzazione delle differenti pavimentazioni per area pedonale e spazi complementari, oltre che spazi di verde di arredo urbano.

Si mira, in questo modo, ad innescare un processo di riqualificazione e recupero generale dell’intero ambito, tale da promuovere un miglioramento generale delle condizioni di vita ed incentivare il recupero e l’utilizzo degli immobili e dei suoli in stato di abbandono.

Caratteristiche:

Progetto finanziato nell’ambito del Programma Integrato Di Riqualificazione Delle Periferie (P.I.R.P.) per un importo complessivo di € 408.279,03.

Stato:

Approvato il PFTE.

FINEPRO S.r.l.
Via Nino Rota, 3
70011 Alberobello (BA)
t. +39 080 432 56 41